Piano energetico Emilia Romagna: 139 milioni di euro




piano-regionale-emilia-romagna Dopo l’intenso lavoro di elaborazione e stesura, è stato approvato dalla giunta della regione Emilia Romagna il piano energetico triennale che prevede uno stanziamento di 139,5 milioni di euro.

La nuova programmazione del piano energetico regionale si declina in tre punti sostanziali: più efficienza e risparmio energetico, sviluppo delle fonti rinnovabili e un impulso all’economia verde.

Per il risparmio energetico si punta a ridurre in tutti i settori (industriale, civile e trasporti) e si stima un taglio annuale di consumi pari a 471 ktep/anno (il 47% nel residenziale, il 23% nel terziario, il 20% nell’industria ed il 10% nei trasporti) al 2013: riduzione di 222 ktep/anno nel settore residenziale, 108 nel terziario, 94 in industria, 47 nel settore dei trasporti. Il risparmio sarà pari a 1570 ktep/anno al 2020: 738 ktep/anno nel settore residenziale, 361 nel terziario, 314 nell’industria, 157 nei trasporti.

Nell’ambito dello sviluppo delle energie derivanti da rinnovabili (idroelettrico, fotovoltaico, solare termodinamico e termico, eolico, biomasse, geotermia) si stima invece nel triennio una produzione che, partendo dai circa 1150 attuali, oscilla tra i 2200 Mw (nel caso in cui si attestasse al 17% della produzione totale di energia) ed i 2790 (nel caso già raggiungesse il 20%). L’obiettivo al 2020 è ancora più elevato: il range oscilla tra i 6550 MW ed i 7960.

Per raggiungere tali obbiettivi è stato previsto lo stanziamento di ingenti risorse così ripartite: sviluppo del sistema regionale della ricerca e della formazione in campo energetico (15 milioni di euro); sviluppo della green economy e qualificazione energetica del sistema produttivo (36 milioni di euro); sviluppo e qualificazione energetica del settore agricolo (9 milioni di euro); qualificazione edilizia urbana e territoriale (30 milioni di euro); promozione della mobilità sostenibile (45 milioni di euro); regolamentazione e revisione delle discipline del settore; programmazione locale, informazione e comunicazione (3 milioni di euro).

Sono previsti in oltre 1,5 milioni di euro per lo sviluppo del sistema informativo-energetico regionale, lo sviluppo di protocolli di intesa con soggetti terzi, il monitoraggio e la valutazione degli interventi previsti. Lo scopo finale è quello di partecipare alla strategia europea del 20-20-20 del 20-20-20 del 2020 che sta a dire -20% dell’emissione di gas-serra, -20% nel consumo di energia, 20% di energia rinnovabile

Per ulteriori informazioni visitate il portale dedicato all'ambiente della Regione Emilia Romagna www.ermesambiente.it.