Risparmio dell'elettricità

Consumo elettrico, un costo incisivo nel menage di una famiglia




Lo stile di vita sempre più improntato sul benessere a cui gli italiano sono abituati si riflette in modo negativo sia sull’ambiente che sul consumo elettrico divenuto uno dei costi più incisivi nel menage di una famiglia media.

A questo proposito si possono adottare delle semplici abitudini che permettono di ridurre gli sprechi:

  • Scaldabagno: lo scaldabagno va utilizzato esclusivamente quando non è possibile installare sistemi alternativi; in ogni caso esso deve essere utilizzato con moderazione impostando gradazioni non eccessive (40° d’estate, 60° l’inverno), orari di funzionamento e collocandolo in zone della casa protette da escursione termiche.

  • Frigorifero: il frigorifero è un elettrodomestico ormai indispensabile, ma anche questo può essere gestito con utili accorgimenti. Innanzitutto si consigliano modelli a basso consumo possibilmente no frost che impediscono la formazione della brina; nel frigo è inoltre bene non inserire cibi troppo caldi, non aprire troppo frequentemente lo sportello e collocare il frigo lontano da fonti di calore e sempre distanziato dalla parete in modo da favorirne la dispersione di calore.

  • Lavatrice: Anche per la lavatrice si consiglia l’acquisto di quelle a basso consumo che nel corso degli anni si rilevano molto più vantaggiose. E’ inoltre bene pulire regolarmente il filtro, non eccedere nella quantità di detersivo, eliminare il prelavaggio e fare il bucato solo a carico pieno.

  • Forno: La tipologia di forni più efficienti a livello di risparmio energetico sono i forni elettrici ventilati; in ogni caso è importante ricordarsi di ridurre al minimo l’apertura dello sportello per evitare la dispersione di calore, evitare il preriscaldamento, spegnere il forno qualche minuto prima della cottura effettiva del cibo e tenere sempre puliti gli interni.

  • Illuminazione: Oltre all’utilizzo intelligente dell’illuminazione è importante imparare ad utilizzare le lampade a risparmio energetico invece che quelle ad incandescenza le prime infatti assicurano molta più efficienza in quanto riducono la dispersione di energia e durano molto più a lungo delle altre. Nonostante il costo iniziale più alto quindi le lampade a risparmio energetico permettono un notevole risparmio nel medio-lungo periodo.